100 Days of Code

Pubblicato il - lettura in 3 min
Ludus Russo

Ludus Russo

Un maker, un robotico, un Roker!

100 Days of Code

Nota bene: questo posto non c’entra niente con i buoni propositi per il 2019. Non credo moltissimo in queste cose :D. Il fatto che inizi oggi (30 Dicembre 2018) è solamente un puro caso.

Recentemente mi sono imbattuto nella challenge 100DaysOfCode e ho deciso di parteciparci.

L’idea è molto semplice, devo codare (parola bruttisima, ma in questo caso ci sta) almeno un’ora al giorno per 100 giorno di fila. Lo scopo è quello di migliorare le proprie capacità di programmazione, ed anche se nasce per chi vuole imparare a scrivere codice (non il mio caso), vedo che viene molto apprezzata dai programmatori più esperti.

Le regole della sfida sono molto semplici. Trovate le regole originali qui, ma ho preferito fare alcune modifiche alle regole.

Regole originali

  1. Codare almeno 1 ora ogni giorno per 100 giorni di fila.
  2. Twittare i progressi ogni giorno con l’hashtag #100DaysOfCode.

Come ho modificato le regole

  1. Codare almeno 1 ora ogni giorno per 100 giorni di fila per progetti personali! quindi non conterò lo sviluppo che faccio normalmente per lavoro.
  2. Oltre a twittare sul mio profilo Twitter, che uso poco (anche se userò questa scusa per ricominciare a twittare), condividerò i progressi anche sulla mia pagina facebook.
  3. Aggiornerò periodicamente questo post con i miei progressi.

Perchè ho deciso di partecipare a #100DaysOfCode?

Anche se ormai mi posso definire un programmatore abbastanza “esperto” (diciamo middle developer), mi rendo conto di non avere mai tempo per approfondire nuove tecnologie e/o dedicare del tempo a qualche progetto personale. Voglio quindi usare questa sfida per trovare il tempo per sperimentare nuove tecnologie e fare qualcosa per me.

Cosa voglio approfondire in questo tempo

Ci sono un po’ di tecnologie che voglio approfondire, ecco qui le mie idee su cosa sviluppare in questi 100 giorni.

1. Sviluppo siti statici con Hugo

Chi mi segue dall’inizio sa che mi diverto a smanettare con il codice dietro questo stesso blog. Inizialmente ho usato la scusa del blog per imparare a usare Python e Flask. In seguito, circa un annetto fa, ho rimodernato il blog sviluppandolo in Jekyll e GitHub Pages.

Recentemente ho scoperto il generatore di siti statici Hugo, che sembra essere molto più performante di Jekyll. Ho quindi deciso di fare un po’ di esperienza con questo nuovo generatore di siti statici.

Farò quindi due cose:

  1. Sviluppare un blog personale per mia madre, che me lo chiede da quasi un anno. Il blog sarà sviluppato in Hugo.
  2. Migrare questo blog ad Hugo.

2. Hackability

L’associazione Hackability, di cui sono fondatore, ha una grossa necessità di un rinnovo della propria presenza online. Ma un po’ per stanchezza ed un po’ per pigrizia non lo faccio mai. Spero che questo sia il momento giusto.

3. Go

Vorrei portare avanti quache progetto utilizzando il linguaggio di programmazione Go, che da quasi un anno vorrei approfondire ma non trovo mai il tempo. Non ho ben chiaro ancora che progetto sviluppare, mi inventerò qualcosa quando sarà il momento. Probabilmente questo punto sarà legato al punto 2.

Come seguirmi

Potete seguire i mie progressi in vari modi:

  1. Seguire la mia pagina facebook
  2. Seguire il mio profilo Twitter
  3. Ho forkato la repo GitHub ufficiale su cui annoterò i progressi e le sensazioni
  4. Questo blog ed in particolare questa post.
Ludus Russo

Ludus Russo

Un maker, un robotico, un Roker!

comments powered by Disqus

Donazioni

Se ti è veramente piaciuto il sito e vuoi aiutarmi a mantenerne le spese, puoi anche farmi una donazione volontaria tramite il mio link Paypal!

Esegui una donazione con Paypal

HotBlack Robotics

Dai un'occhiata alla mia startup di Robotica!

Visita HBR
rss facebook twitter github youtube mail spotify lastfm instagram linkedin google google-plus pinterest medium vimeo stackoverflow reddit quora quora